Gazzetta di Mantova 28/11/2017

Gara multimediale Così si incentiva la raccolta delle pile

Sensibilizzare i ragazzi sulla corretta gestione delle pile esauste. È l’obiettivo della campagna “Una pila alla volta” promossa dal Centro di coordinamento pile e accumulatori che dà il via a una gara nazionale per i ragazzi dai 10 ai 14 anni. Due le categorie: scuola e sport. I gruppi dovranno essere formati da un minimo di 6 a un massimo di 10 componenti guidati da un tutor maggiorenne. Cinque le prove multimediali, da sostenere entro marzo, da caricare nella piattaforma web del progetto da condividere tramite le pagine social per riceve il più alto numero di “like” che decreterà la vittoria delle squadre. I ragazzi dovranno superare un quiz, affrontare una prova artistica costruendo e fotografando una creazione realizzata con le pile, ideare un video per promuovere la raccolta differenziata, individuare i contenitori di pile usate sul territorio con la geolocalizzazione e comporre una canzone sul tema della raccolta. Trenta le squadre che vinceranno e porteranno a casa premi di 2.500, 1.500 e 1.000 euro per un montepremi complessivo di 55mila euro. Le dieci migliori squadre parteciperanno all’evento finale in maggio a Como. In palio altri due voucher da 2.500euro. Per iscriversi alla campagna: http://www.unapilaallavolta.it. «Il 45% delle pile immesse sul mercato – dice Luca Tepsich del Centro di coordinamento pile – dovrebbe venire recuperato: è questa la soglia imposta dall’Europa. Nel 2015 l’Italia ha raggiunto il 41%, nel 2016 il 39% per un acquisto maggiore di pile ricaricabili e di pile usa e getta». Nel Mantovano sono 81 i luoghi di raccolta, di cui 48 isole ecologiche e 33 i punti vendita. Nel 2016 sono stati recuperati circa 37mila kg di pile e accumulatori portatili, di cui 5-6mila kg di pile e 10mila kg di accumulatori per auto in città.

Barbara Rodella